Samsung prepara 7 nm al 2018, l"anno del Galaxy S9

Kinam Kim, CEO della divisione semiconduttori di Samsung ha confermato che il colosso sud-coreano sta preparando il terreno per il lancio completo alle 7 nm, un processo produttivo che in teoria sarà pronto nel 2018, l'anno in cui come sappiamo è produrrà il lancio del Galaxy S9.

È una svolta importante come complicato come stiamo muovendo nei limiti naturali di silicio, e inoltre mezzi di produzione attuali non consentono raggiungere un livello ragionevole di costi per raggiungere una certa soglia.

La ragione è semplice nei processi di fabbricazione dei wafer di silicio lasciando un certo numero di chip a seconda della scala usata utilizzato. Se il processo in una certa scala non è sufficientemente maturo è probabile lasciare noi molte chip difettosi, che significa un elevato livello di costi che complicate e molto, riduzioni effettive nanometri.

Samsung ha confermato che l'uso della tecnologia estrema aiuto ultravioletta litografia si fare il salto di 7 nm, e che durante 2017 si concentrerà sulla continuerà a maturare processo di produzione a 10 nm, che sarà utilizzato dal SoC Exynos 8895 che giocherà il Galaxy S8, e probabilmente anche il Galaxy Note 8.

Quali vantaggi ha ridotto scala nanometrica? Ridurre un minor numero di nanometri consente di creare soluzioni più efficienti, freschi e in grado di lavorare a frequenze più elevate senza aumentare contemporaneamente il calore generato, né il consumo rispetto alle generazioni precedenti.

Ciò significa, in breve, che il SoC Galaxy S9 sarà più fresco, efficiente e potente rispetto al Galaxy S8.

Tags

Galaxy S9 processori Samsung