L"effetto misterioso QWERTY invade Network

Avevi sentito parlare dell ' "effetto QWERTY?" Beh, sembra che la distribuzione delle lettere in tastiere convenzionali Ha chiamato "QWERTY" per i primi sei tasti della fila Fratello Superiore influenzare la valutazione emozionale di ciò che leggiamo di un sorprendentemente: parole che contengono molte lettere con la mano destra preme il pulsante Alza valutazioni più positive che le parole in cui le lettere sulla metà sinistra della tastiera predominano. In teoria, preferiamo "pollo" a "fragola". Raro, ma in qualche modo si verifica, come è stato dimostrato da vari esperimenti con persone che parlano olandese, inglese e spagnolo.

Ora, David Garcia del Politecnico federale di Zurigo e Markus Strohmaier, l'Istituto Leibniz per le scienze sociali, hanno intrapreso la prima seria indagine di questo strano effetto su internet, ora che più comunicazione umana sia nel nostro Sintoamplificatori condizione emittenti si basa su pulsazioni delle nostre dita.

Garcia e Strohmaier non hanno preso alla leggera: hanno analizzato la valutazione degli utenti di Internet milioni di nomi di prodotti e titoli di film, libri e video in undici siti web, tra cui Amazon, il database di film IMDB, la collezione Rotten Tomatoes, YouTube e porno pagina traffico RedTube e Pornhub.

L'incrocio dei dati di massa li rende concludono che l'effetto QWERTY manifesta anzi in recensioni degli utenti, sia premiato come le stelle nel testo dei commenti. "Il nostro studio può essere interpretato come un esempio di lateralizzazione, non solo in senso metaforico, ma anche come un fenomeno psicologico", riassume gli autori.

Una possibile spiegazione per l'effetto QWERTY è che le lettere che vanno premuti con la mano destra sono più facili da scrivere, ma è ancora un mistero, dal momento che la disposizione non risponde ad alcun motivo emotivo o psicologico: sono ben posizionati arbitrariamente nel 1868, per separare il più possibile i tasti più usati nei primi e rudimentali macchine da scrivere ed evitare ingorghi.

Tags

computer internet la psicologia i siti web