Questi sono gli effetti pericolosi di mercurio sulla salute

Fino a poco tempo l'Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare e la nutrizione in sé (AESAN) raccomanda il consumo di sotto dei 100 grammi di tonno in bambini sotto i 3 anni e le donne incinte. Ma subito dopo ha fatto un aggiornamento di questa raccomandazione: non consigliare il consumo di tonno rosso o in bambini sotto i 3 anni o entrambe le donne in gravidanza e neonati.

Il motivo? Molto semplice: l'esistenza di mercurio nel tonno, e non solo il tonno, ma in quelle specie di grandi dimensioni, per essere collocata al vertice della catena alimentare del mare, tendono ad accumulare mercurio nei loro differenti tessuti grassi che assorbono sua preda nella sua forma più tossica (metilmercurio).

Che cosa è il mercurio?

Mercurio è un elemento che è naturalmente presente non solo in acqua ma anche nell'aria e nel suolo. Ci si trovano principalmente in varie forme: elementare (metallici), inorganici ed organici. È quest'ultima forma dove distinguiamo metilmercurio, si consuma e quindi entra nel nostro corpo attraverso il cibo.

Il mercurio può infatti venire naturalmente (nella Terra o provengono da attività vulcanica o erosione delle rocce della crosta). E dall'attività Humada stesso. È emissioni di mercurio da processi industriali principalmente o combustione del carbone nelle centrali elettriche, che alla fine finiscono per diventare metilmercurio dall'azione di alcuni batteri.

È allora che tende ad accumularsi sia di pesce e frutti di mare si accumulano soprattutto ad alti livelli in grandi pesci predatori, che per tutta la vita hanno divorato molti piccoli pesci, che a loro volta hanno ingerito metilmercurio nutrendosi di plancton presenti nelle rocce.

Quindi per le persone le principali vie di esposizione stanno mangiando pesci e molluschi contaminati da metilmercurio. E, a differenza di quello che si pensa, cucinare il cibo non elimina il mercurio che è in loro.

Quali sono gli effetti del mercurio nel nostro corpo?

Dobbiamo notare che siamo tutti esposti a qualsiasi forma di mercurio. Nella maggior parte dei casi essi sono trattati bassi livelli. Ma in certe situazioni o vita stadi questi livelli possono effettivamente essere preoccupante e pericoloso, anche se sono solo piccole quantità.

Effetti sul feto durante la gravidanza

Ad esempio, i feti sono molto sensibili agli effetti del mercurio sullo sviluppo, in modo che l'esposizione delle donne in gravidanza al metilmercurio può causare danni al cervello e del sistema nervoso del feto, soprattutto quando in piena crescita .

La ragione principale è che questo composto è in grado di passare abbastanza facilmente sia la barriera placentare e la barriera emato-encefalica e può pregiudicare il normale sviluppo del feto.

Cioè, il consumo di alimenti con metilmercurio, anche in piccole quantità da donne in gravidanza può influenzare lo sviluppo del bambino, in particolare la memoria, capacità di concentrazione, pensiero cognitivo, capacità motorie e attitudini pregiati visuospatial .

Inoltre, è noto per causare aberrazioni cromosomiche che infine traducono in disturbi mentali e fisici.

Effetti negli adulti

I sintomi si verificano soprattutto a lungo termine, quando l'assunzione è stata costante.

In ogni caso, come molti studi hanno dimostrato, è noto che il mercurio aumenta il rischio di ictus e colpisce il fegato, cervello, reni e il midollo spinale. D'altra parte, colpisce il sistema circolatorio e l'IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) ha classificato il metilmercurio nel Gruppo 2B; vale a dire, "possibilmente cancerogeni per l'uomo".

Quali alimenti sono mercurio?

Come indicato sopra, i pesci sono al di sopra della catena alimentare sono i più mercurio presente nel suo corpo. Cioè, che troviamo soprattutto nei pesci più grandi.

Ad esempio, evidenzia il grande tonno (o tonno rosso, bisogna distinguere tonno piccola dimensione utilizzata per scatola o conservati), pesce spada, marlin, sgombro reale, luccio, barracuda, walleye, balene e foche dentate.

Come si vede, secondo le raccomandazioni fatte da funzionari e gli enti specializzati, dovrebbero evitare di mangiare questi alimenti durante la gravidanza e bambini piccoli.

Tags

Malattie Pesce Salute
Articolo precedente Calorie da oli, grassi e salse
Articolo successivo Calorie da oli, grassi e salse