Nato e abitudini compulsive

Rosicchiare un'unghia di tanto in tanto può essere considerata una pratica abbastanza comune, ma quando diventa un'abitudine compulsiva e forma un problema in quanto danno può raggiungere livelli importanti per la nostra salute. Ma come fanno queste abitudini ossessivo-compulsivi che colpiscono molte persone nel mondo vengono?

Da mangiarsi le unghie che graffiano la pelle, toccando i suoi capelli, strofinando gli occhi ... abitudini compulsive possono influenzare il nostro rapporto con gli altri. Ora un nuovo studio condotto da un team di ricercatori dell'Università di Cambridge ha appena far luce su questo nel suo studio pubblicato sull'American Journal of Psychiatry.

Secondo gli esperti, un guasto nel sistema "a" controllo del cervello potrebbe essere la base di compulsioni a disturbo ossessivo-compulsivo, tralasciando le teorie che questi disturbi sono causati da preoccupazioni o ossessioni da parte di soggetti ma una condizione causata quando il sistema delle abitudini cervello va in tilt.

Per arrivare a questa conclusione, i ricercatori hanno scansionato il cervello di 37 pazienti con disturbo ossessivo compulsivo e 33 persone senza il disturbo. Hanno sottoposto ai volontari di una risposta comportamentale di prova ripetitive, scoprendo che i pazienti OCD erano meno in grado di fermare le loro abitudini mentre l'attività cerebrale eccessiva nel nucleo caudato, una regione che dovrebbe "accendono" giustamente osservato in modo che possiamo controllare il nostro abitudini e partecipando nel modulare il movimento.

Così, gli scienziati ritengono che le compulsioni possono essere causati da un malfunzionamento del sistema abitudine cervello e che questi risultati non sono specifici per le persone con disturbo ossessivo-compulsivo, ma per qualsiasi abitudine ripetitiva.

"Non è solo il TOC, ci sono una serie di comportamenti umani che sono ormai considerati esempi di compulsività, tra cui l'abuso di droga, alcol e binge eating. Ciò che tutti questi comportamenti hanno in comune è la perdita del controllo dall'alto verso il basso, forse a causa della mancanza di comunicazione tra le regioni che controllano la nostra abitudine e chi, come la corteccia prefrontale, che normalmente aiuta controllare il comportamento volitivo ", spiega Claire Gillan, co-autore dello studio.

"Mentre alcune abitudini possono fare i nostri semplici vidamás quali l'automazione del l'atto di fare il caffè al mattino, altri vanno troppo lontano e possono prendere il controllo della nostra vita in un modo molto più insidioso con la formazione delle nostre preferenze, credenze, e nel caso di disturbo ossessivo compulsivo, anche i nostri timori. Tali condizioni sono tra i più difficili da trattare, sia per la terapia cognitivo-comportamentale o di droga ", dice Trevor Robbins, co-autore.

Tags

neuroscienze la salute