I sintomi di calcoli renali e biliari: le differenze principali

Se avete subito renali o colica biliare ad un certo punto a causa della presenza di una pietra o di calcolo è molto probabile che hai già scoperto per te stesso / a tremendamente doloroso può essere.

Tuttavia, anche se si può pensare che calcoli renali e biliari tendono ad essere simili, soprattutto quando si tratta di sintomi che sia causa è davvero sempre utile per scoprire le loro differenze di base che consentono di sapere se si è affetti da coliche a causa di calcoli renali o di calcoli nella cistifellea.

Quello che non avrebbe alcun dubbio sul fatto che entrambi i calcoli sono molto fastidioso e doloroso, ma potrebbe anche causare crampi che incapacita la persona che soffre, impedendogli di svolgere una vita normale fino a quando i sintomi regrediscono, cessare o sono trattata.

Le pietre o calcoli renali

calcoli renali in frammenti solidi, che tendono a formare all'interno dei reni da diverse sostanze presenti nelle urine. Il più comune è il calcolo che contiene calcio, poiché è abbastanza comune e di solito i reni tendono a mantenere il calcio. Ma non sono soli.

In realtà, dobbiamo ricordare che tutti noi possiamo in realtà soffrono di calcoli renali, dal momento che sono composti da sostanze normali nelle urine in sé. Tuttavia, per varie ragioni queste sostanze tendono a concentrarsi e solidificare in frammenti più piccoli o più grandi.

Tra le cause, per esempio, possono verificarsi perché l'urina è saturo sali che alla fine può produrre. O perché la nostra urina manca gli inibitori naturali che impediscono questo processo. E tutti essere influenzati da una diminuzione del volume di urina, o un aumento dell'escrezione urinaria di sostanze chimiche che alla fine finiscono frappongono dissoluzione dei sali contenenti urine stessa.

Dal punto di vista medico la presenza di calcoli renali è conosciuto come nefrolitiasi o calcoli renali.

Il calcoli o pietre nella cistifellea

Calcoli biliari sono costituiti da depositi duri che si formano all'interno della cistifellea. Come espresso molti esperti medici, questi calcoli possono essere molto piccolo (come un piccolo granello di sabbia), oppure molto più grande (ad esempio le dimensioni di una noce).

Queste pietre o pietre si formano quando ci sono le sostanze presenti nel induriscono bile, così gli episodi dolorosi di calcoli biliari di crisi di solito si verificano dopo aver mangiato.

Come sicuramente saprete, la bile è un fluido naturale prodotto dal nostro fegato per digerire il grasso. Quando si mangia, ed entrambi lo stomaco e l'intestino digerire cibo, cistifellea funziona rilasciando bile attraverso il dotto biliare comune, che collega il fegato all'intestino tenue.

Questi calcoli possono diventare ostruire il flusso della bile attraverso i condotti biliari, che a loro volta diventano un rischio per la salute se una di quelle pietre ostruire i condotti del pancreas, in quanto possono essere causa di infiammazione del pancreas.

Le principali differenze tra i sintomi causati da calcoli renali e biliari

Chiaramente sintomi causati dalla presenza di calcoli renali non saranno uguali a quelli causati dalla presenza di pietre nella cistifellea. Pertanto, una buona opzione è quella di cercare di scoprire, o conocer- loro grandi differenze, soprattutto se crediamo di poter essere affetti da calcoli biliari colica.

  • I sintomi di calcoli renali: coliche sono spesso estremamente doloroso, con dolore nella parte bassa della schiena (o inferiore della schiena) che si irradia all'addome anteriore e ai genitali e può essere molto intenso. Si tratta di una inquietante, dolore intermittente, che a sua volta può causare nausea, vomito, sudorazione e la sensazione di stomaco gonfio. Si può anche sorgere sangue nelle urine, e infezioni delle vie urinarie.
  • I sintomi di calcolosi della colecisti: colica biliare di solito causano dolore che si trova in alto a destra o al centro dell'addome. Può essere coliche (cioè molto intenso) o costante, acuto o sordo. Di solito provoca febbre, nausea e vomito, feci color argilla e ittero.

Al minimo sintomo la chiave è quello di andare rapidamente alla situazione di emergenza, in particolare se i crampi sono molto intensi e causare febbre, nausea o vomito. Nel caso di calcoli biliari quanto velocemente il trattamento è di vitale importanza, in quanto può correre il rischio di infiammazione del pancreas (condizione molto grave che deve essere trattata in fretta).

Tags

medicina
Articolo precedente Calorie da oli, grassi e salse
Articolo successivo Calorie da oli, grassi e salse