Come ridurre gli effetti del jet lag

Hai mai viaggiato migliaia di chilometri di distanza in poche ore? Se è così è molto probabile che si sia già subito le conseguenze di nota come jet lag (conosciuto anche con i nomi di aritmia circadana o fusi orari sindrome), che viene fornita di serie e soprattutto quando ci spostiamo da un continente all'altro in pochi ore, il nostro corpo tende a soffrire. In realtà, è comune che molti specialisti lo considerano come un disturbo del sonno.

I suoi sintomi sono abbastanza chiari: ci sentiamo stanchi, molto sonno ed è anche comune incontrare un mal di testa fastidioso e scomodo. Possiamo citare anche altri disturbi correlati: irritabilità, depressione, rabbia, apatia, mal di stomaco, diarrea, nausea, vomito, disidratazione e dolore alle gambe. Le sue cause devono trovare il jetlag, dal momento che il nostro orologio biologico non corrisponde ora locale, soprattutto quando siamo in viaggio attraverso i fusi orari o aree.

Lo sapevate che le donne tendono ad essere più propense degli uomini a soffrire i sintomi del jet lag? Questo vale anche per le persone oltre i 50 anni di età, in quanto possono subire i sintomi del jet lag a tassi più elevati rispetto i viaggiatori più giovani.

Consigli utili per ridurre gli effetti del jet lag dopo un viaggio

Anche se è possibile prevenire il jet lag seguendo alcuni suggerimenti di base e linee guida, è vero che non sempre è possibile farlo, o addirittura essere in ritardo e non so chi in realtà è un disturbo che può essere facilmente evitato. Ad esempio, prima del volo una buona idea è quella di cercare di cominciare a adattarsi al nuovo programma di una settimana prima in viaggio (se la destinazione deve avanzare l'ora è utile a letto e svegliarsi prima) e dormire più di 7 ore la sera prima.

Mentre viaggiamo, e siamo in pieno volo, è anche possibile seguire alcune linee guida per ridurre la comparsa di jet lag: Regolare il vostro sonno a destinazione luce del giorno, è una buona idea per dormire e riposare durante il viaggio, a piedi intorno al piano ogni volta che potete per mantenere un'adeguata circolazione del sangue, ed evitare alcune bevande (come l'alcool o caffeina), oltre a bere molta acqua.

Ma quando appare il jet lag, e che i sintomi cominciano ad emergere, non c'è dubbio è meglio per cercare di ridurre i suoi effetti. Vi sveliamo alcuni suggerimenti che ti aiuteranno molto:

  • orologio Adapta e il vostro programma: è fondamentale per adattare il vostro programma per i programmi locali posto di aver viaggiato (o tornare a casa o posteriore), in particolare i tempi dei pasti e del sonno.
  • La vitamina D è esporsi ai raggi del sole, quando possibile. Fornirà vitamina D vostro corpo ha bisogno e che vi aiuterà a sentirsi molto meglio.
  • Riposo: Il primo giorno dopo un lungo volo è meglio cercare di riposare, rilassarsi e prendersela comoda. Se siete arrivati ​​a casa, probabilmente non sarà un problema, ma se per esempio avete raggiunto i vostri vacanze voglie di destinazione per escursioni e attività potrebbe essere negativo. Quindi, cercare di lasciare le attività più impegnative per un paio di giorni più tardi.
  • esercitazione pratica: contribuirà ad aumentare la produzione di endorfine, che vi aiuterà a sentirsi molto meglio. Sarà anche essere utile per i muscoli di stretching, soprattutto se il volo è stato a lungo.

E 'anche molto utile per evitare alcune bevande, come ad esempio è il caso di bevande alcoliche (anche basso contenuto di alcol), o bevande contenenti caffeina. Non anche dimenticare di bere molta acqua, che contribuirà a reidratare il corpo.

Tags

trucchi Salute
Articolo precedente Calorie da oli, grassi e salse
Articolo successivo Calorie da oli, grassi e salse