Come a dire se una persona ha ebola

Ebola è una malattia virale acuta contagiosa, che si caratterizza per la sua elevata letalità (che può raggiungere il 90%), non avendo un vaccino preventivo per aiutare a prevenire l'infezione, e nessuna cura . Cioè, i trattamenti medici disponibili finora sono palliativi, e cercano di mantenere la vita del paziente fino a quando il suo sistema immunitario è in grado di combattere per se stessi contro il virus e creare abbastanza anticorpi ad esso.

Anche se i nuovi casi ogni anno si verificano in Africa, è stato nel dicembre dello scorso anno 2013 quando ha iniziato la registrazione di una nuova epidemia, che finora ha ucciso 3.879 persone, secondo gli ultimi dati diffusi dall'Organizzazione Mondiale della Sanità . Nel caso del focolaio corrente, gli esperti stimano che le persone colpite hanno un rischio del 50% di morire.

Il modo di sapere se una persona ha Ebola è dalla diagnosi Ebola, che si ottiene con prove di laboratorio che forniscono la capacità di rilevare il virus nel sangue o nel siero, soprattutto durante la fase acuta.

A questo proposito, la tecnica più comunemente usata è la rivelazione di anticorpi IgM e IgG mediante ELISA o la cattura sandwich. È un saggio immunologico basato su anticorpi di cattura presenti nel siero della persona quando reagiscono con una proteina del virus, attaccato ad un pozzo rettangolare di una piastra di polistirene.

Ci sono anche altri test di laboratorio, ma solo fornire i dati informativi sulle infezioni e le condizioni del paziente, al momento, ma non confermano l'esistenza della malattia. Uno di loro è il CBC, dove si possono trovare informazioni quali:

  • La leucopenia: globuli bianchi sono diminuiti.
  • figura ematocrito elevato.
  • Le piastrine trombocitopenia diminuito.

Tags

SPECIALE Ebola la medicina la salute
Articolo precedente Calorie da oli, grassi e salse
Articolo successivo Calorie da oli, grassi e salse