Un uccello nato in una gabbia di credere che volare è una malattia

Un uccello è nato per essere libero così, se è chiuso all'interno di una gabbia, si sente la sua essenza è limitato a una frazione: è come se si tagliò le ali e con loro una delle cose che caratterizza la possibilità di volare. Il titolo appuntamento appartiene ad Alejandro Jodorowsky e ci aiuterà a vedere come le persone possono verificarsi con qualcosa.

Metaforicamente, vivono all'interno della gabbia come un uccello in gabbia non consente ampia di ciò che può venire a sperimentare prospettiva: ci sono persone che sono soddisfatto di quello che già avete, che si crede al sicuro e non permette di esplorare altri campi pieni nuove esperienze. Questo non è negativo se si influenza solo quell'uccello e se è per scelta: il problema nasce quando l'uccello è convinto il resto, a volte compagni sbagliano a volare.

"L'usignolo si rifiuta di nido nella gabbia, in modo che la schiavitù non è il destino del suo bambino" Khalil Gibran .- Condividi

Un uccello in gabbia è anche con la porta aperta

Allo stesso modo un uccello, gli esseri umani sono nati per guidare i nostri passi a dove vogliamo andare, libera e autonoma. Ma per vari motivi, come ad esempio potrebbe essere l'istruzione o di influenza sociale, ci sono persone che, arrivando a una certa età, sono immagazzinate nella cosiddetta "zona di comfort" e non sono in grado di lasciare, anche spingendo loro di fare.

Questa "zona di comfort" ha a che fare con ciò che è familiare e ciò che li fa sentire protetta, dove la routine e ciò che hanno già stabilito agisce quasi a posto. In realtà, quello che succede è che a volte hanno difficoltà a modelli di comportamento "fuga" ed i titoli acquistati, facendoli sentire a disagio con chi è diverso dal vostro.

Dal momento che siamo liberi, nessun uccello è costretto dalla sua gabbia e prendere il volo; ma anche nessuno è costretto a rimanere: la tolleranza per capire diversi stili di vita per se stessi è utile per mantenere un comportamento rapporti personali.

Due occhi bendati vedono più di una mente cieco

Uno dei più noti in tutto il mondo, Nelson Mandela, credeva nella libertà di mente prima di tutto: un bendato può sempre togliere ciò che impedisce loro di vedere, ma una mente cieco avrà molto più complicato.

Coloro che non sono in grado di vedere noi in una gabbia siamo giudicati in molte occasioni da menti inflessibili: "Tu sei pazzo", "che non è un modo corretto di comportarsi", "ciò che si fa non è giusto", " ciò che gli altri dicono di te? "; frasi sono ascolto normale che osa volare.

Chi è dentro la gabbia non abbastanza capire che il mondo è pieno di sfumature e possibilità. Chi non crede uccello, ancorare i vostri sogni a terra e un cerchio chiuso. Che non mette in discussione la capacità del vostro volo, se le domande che gli altri volare e con loro i loro sogni.

La mente deve essere acceso, non riempire

Se un uccello ha ali per volare, l'uomo ha una mente che consente anche di. Tuttavia, la mente ha bisogno di costante Kindle, diamo i semi di aiutarla e non pensiamo che riempiamo idee preconcette.

Ci sono persone che si comportano come un uccello che ha speso tutta la sua vita nella gabbia e saltare la paura quando aprono la porta non vede male i suoi compagni volano, solo che non il coraggio di farlo. Questo è un buon motivo e in questo caso tutto ciò che è necessario è l'audacia e il coraggio "Sapere aude" Direi che il filosofo Kant. Il coraggio di sapere, di conoscere, di utilizzare il motivo per farlo.

"La libertà fa paura quando hai perso l'abitudine di usare" .- Robert Schuman Condividi