Movimento genera movimento

"Ma l'uomo non è indipendente, perché il movimento inizia in lui, ma perché è in grado di inibire il movimento. Breaks, poi la sua spontaneità e naturalezza "-Hegel- Condividi

Questo non è un articolo sulla motivazione. Con queste parole cercare di trasmettere l'idea del movimento.

È scritto circa l'attività e quei piccoli e incerti passi che prendiamo per una destinazione che conoscono solo progetto, ma sembra che non arriva mai.

Ci sono molte ragioni per cui restiamo "statico" e purtroppo ci sono alcune circostanze o momenti nella nostra vita che ci costringono a rimanere in quello stato.

Sono quei momenti in cui la vita sembra fermarsi e dove i nostri sogni sono solo qualcosa di lontano e impossibile che abbiamo visto dalla nostra finestra.

Ovviamente tutti noi cerchiamo di qualcosa o qualcuno, ma come ci rendiamo conto che siamo arrivati ​​al posto che volevamo arrivare?

A quanto pare ci sono pochi segnali che noi comunichiamo.

In realtà, sembra che la felicità è l'emozione effimera e fugace che viene diluito nel tempo in cui la nostra testa ci dice: "Sì, ma ...". In realtà, che la tristezza in prospettiva, è anche necessario per apprezzare i bei tempi.

Ogni passaggio è necessario

Qualsiasi decisione significa rinunciare a qualcosa e forse ci sarà sempre in dubbio quello che avrebbe potuto essere se avessimo seguito questa strada abbiamo lasciato.

Sembra che siamo abituati a lavorare per obiettivi, in modo da quando abbiamo finito un successo ci sentiamo felici e soddisfatti.

Tuttavia, poco dopo la nostra mente ci sabota con nuove domande e le preoccupazioni che ci fanno domanda se è stato davvero un risultato importante, o se, al contrario, è semplicemente un tentativo fallito.

Potrebbe essere che non arriveremo mai a sentirsi bene con noi stessi?

Sì, il movimento è importante. Ma un movimento eccessivo per raggiungere un obiettivo astratto diventa ossessivo e dannoso per la nostra autostima e può anche influenzare la visione che abbiamo del mondo e le relazioni.

Ogni piccolo passo che damoses importanti Condividi

Ci sono molte ragioni per pensare che la causalità è il risultato di piccole azioni che abbiamo intrapreso e, in molti casi, non sapevano dove stavamo andando. Sono stati solo briciole dietro di noi e non abbiamo preso in considerazione.

Ma mi creda, ogni passo è stato determinante per il processo della nostra vita.

Spesso si usa la frase "la vita prende molti giri", ma in realtà solo se ci muoviamo gira la ruota.

Dal divano in casa nostra è impossibile cambiare il nostro mondo, ma è anche impossibile entrare in ciò che noi chiamiamo destino con un esagerato ed eccessivo auto-imposto. A quanto pare, come sempre, il segreto è nel mezzo.

Ora pensare a tutte le cose che ho mai pensato sarebbe mai arrivato, come sono venuti? Con il desiderio di farli, ma anche senza nemmeno rendersene conto. e questi sono i risultati che abbiamo ottenuto e non è giusto disprezzare.

Il movimento è il passaggio dalla potenza all'atto

Ci sono molte cose che vogliamo fare e che rimangono nei nostri pensieri per paura. Progettiamo un futuro catastrofico pieno di insicurezze, un danno irreparabile e fallimenti previsti.

Ciò si verifica prima di piccoli movimenti e anche di grandi sfide della vita.

Prima che il primo caso c'è una soluzione: farlo. Prima che il secondo caso v'è un altro: essere paziente e tenere i piedi per terra, perché prima le sfide troppo difficili rischia di fallire nel breve termine e forse la vita è costituita da piccole approssimazioni.

Si noterà che provengono da mille e una scusa per non fare le tue paure e cercare le ragioni per sostenere la tua ipotesi, ma non si ha realmente testati?