Come funziona la psicoanalisi?

La chiave per la corrente fondata da Sigmund Freud alla fine del XIX secolo, è l'inconscio, quella parte di noi che non sappiamo dove il terapeuta cerca le cause della malattia mentale e comportamenti disadattivi.

In psicoanalisi, la guarigione avviene di fare associazioni traumi repressi consce e inconsce di sentimenti e pensieri. Capire i conflitti interni del passato permette di reagire bene alle circostanze attuali. Si tratta di un lungo trattamento, perché richiede sessioni settimanali per anni. In cambio, secondo i suoi sostenitori, dà un'idea della mente e aiutare il paziente a conoscere se stesso.

Daniel Schoffer, psicoanalista e membro dell'Associazione psicoanalitica di Madrid, parla di questo metodo di guarigione, pur essendo forse il più popolare, è una grande incognita per la maggior parte della popolazione.

"Il danno psicologico viene da impulsi interni che non vogliono accettare"

In quali casi è indicato psicoanalisi?
Soprattutto per la nevrosi: fobie, ossessioni, problemi psicosomatici, depressione, ansia ... A volte è anche efficace per il trattamento di psicosi, con l'aiuto di farmaci.

Qual è la sua base scientifica?
Ha a che fare con i risultati di Freud. Dalla pratica clinica ha scoperto il funzionamento dell'apparato psichico e un metodo specifico per il trattamento delle nevrosi. I sintomi sono il risultato di un conflitto interno. Parte del conflitto è inconciliabile con il soggetto, quindi, espelle di coscienza piuttosto che risolverlo.

Dove si espellere?
Il inconscia, da un meccanismo di rimozione. Cioè quando i sintomi insorgono, poiché il represso ancora attivo nell'inconscio ma al di fuori del controllo di sé. I sintomi sono un tentativo di nauseante per guarire, lenire e permettono di scaricare a causa del disagio del conflitto; tuttavia, producono una nuova sofferenza.

Come curare la terapia?
La psicoanalisi aiuta il paziente a capire il danno deriva da conflitti interni, le tendenze e gli impulsi che non accetta, non al di fuori. Si sta facendo conscio l'inconscio, perché in caso contrario, verrà scaricato sotto forma di sintomi, atti mancati e sogni. Si tratta di queste tendenze che supporta tale preferisce ignorare affrontare il conflitto per risolvere o, se nessuna soluzione per imparare a convivere con essa.

"La parola cura e dissolve trauma"

È tutto ciò che è represso conduce ad una malattia?
No. Solo quando produce sofferenza e offusca la vita. Ad esempio, se ogni volta che qualcuno sta andando a parlare in pubblico un mal di gola, può essere un sintomo di insicurezza. Se è anche un insegnante e che lo costringe ad annullare le classi, il conflitto ha deliberato di non interferire con la loro professione. A volte il paziente non è a conoscenza delle sue situazioni di guasto male e ripetuti o sofferenza, che incolpa la sfortuna, quanto è difficile la vita ...

Come è una tipica sessione?
L'analista chiede al paziente di dire la prima cosa che viene in mente senza censurare nulla, anche se sembra non proposito. Questo si chiama libera associazione. Poi l'analista cerca di interpretare ciò che interferisce con la storia. Se il paziente è sbagliato, si blocca o si ricorda di un sogno è dire qualcosa e può essere espressa solo da quelle formazioni dell'inconscio. Tutte le storie sono schermi che nascondono ciò che si guida e vedere come estraneo.

Perché è parola così importante?
Tutto ciò ha a che fare con essa, con la storia che si può costruire su se stesso. Ci vuole tempo per ascoltare il paziente e per lui per ascoltare. Parlando, di per sé, è terapeutico. La parola cura, organizza, si dissolve il trauma, dà un nuovo significato a ciò che ci affligge.

Qual è la durata media della terapia?
Da tre a cinque anni sono un periodo di tempo ragionevole per arrivare alle cause. Ma la remissione dei sintomi può venire prima. A volte qualche seduta perché il paziente prende un volo per la salute o perché sugestiona, come un placebo in medicina.

"Psicanalizzare richiede impegno. E 'un lavoro duro"

E 'difficile conflitti repressi. Così siamo tutti malati?
Potremmo dire di sì. Come Freud ha scritto, c'è un malessere nella cultura, il soggetto deve sottoporsi ad un ordine simbolico dominante e sedare alcune tendenze in nome della loro umanizzazione.

La psicoanalisi, più terapia è un metodo di conoscenza di sé. Parteciperai persone alla tua richiesta per questo scopo?
No. Le persone non sono psychoanalyzes perché. E 'intensità di manodopera, che richiede l'impegno e la regolarità. Quando qualcuno arriva è perché sono depressi o ansiosi, non sa che cosa c'è che non va.

Ti consideri una persona felice?
Sì. No significa no conflittuale, perché, in caso contrario, non sarebbe successo niente, sarebbe un idiota o di essere morto.

Per essere uno psicoanalista si deve psicoanalizzare prima. Ha servito sdraiarsi sul divano?
Lot. Ad esempio, per scoprire perché voleva essere uno psicoanalista. La mia professione è un modo di sublimare la mia voyeur, solo che il dentista sublima il suo torturatore impulso o un giornalista, Cotilla.

Maggiori informazioni sulla salute mentale nel dossier I cinque psicoterapie più efficaci, scritti da Laura González de Rivera. Lo si può leggere al numero 421 molto interessante.

Se si desidera ottenere questo problema, richiedere un abbonamento o scaricare tramite l'applicazione iPad in App Store. È inoltre possibile acquistare tramite Zinio o Kiosko y Mas.

E se si desidera ricevere ogni mese la rivista molto interessante nella tua casella di posta, entra nostri abbonamenti spazio.

Tags

psicologia salute
Articolo precedente Le chiavi del linguaggio umano
Articolo successivo Organoidi per usa e getta