Chi è Krishna? Il superamento di un animale la storia e l"impegno umano

Quando qualcuno propone di adottare un cane, pensare ad una leale, socievole, giocoso, affettuoso, calmo ... mezzo ma a volte i cani di protezione trascinando una difficile alle spalle il suo passato e tutte queste qualità sono sepolti sotto strati di paura e insicurezza.

Chi siamo?

Il mio nome è Cheni, io vivo in un piccolo appartamento con il mio partner Dan, un paio di ricci africani davvero carino e un bel color ambra gatto biondi e gli occhi verdi chiamato Naeki. Abbiamo sempre voluto cane, ma le circostanze impedito. Ho lavorato a tempo pieno, non ha avuto il tempo e con solo tre bug che già era scivolato in casa (uno più inaspettato rispetto a quello precedente) e sono stati ben servita. Il nostro gatto non è un animale molto sociale, dal momento che è stata sollevata solo dal Chiquitín e ha subito problemi gastrointestinali che si stavano i nostri magri risparmi. Quindi, economicamente, non siamo riusciti a dare un cane della qualità della vita che vorremmo.

Mentre il tempo giusto è venuto, abbiamo soddisfare il nostro desiderio di rendere volontari cane a protezione degli animali più vicino. Lo stesso giorno in cui siamo arrivati, mi sono automaticamente innamorato di Krishna.

Come ha fatto Krishna nella nostra vita?

Era solo un altro cane sui molti che erano nel rifugio, ma c'era qualcosa di diverso. Mentre altri peloso corse al recinto per salutare i volontari, abbaiando, saltando alla ricerca di un po 'di attenzione o sbriciolato da una carezza ... Krishna è sempre rimasto nei limiti del possibile, rannicchiato in un angolo, nascosto. Se qualcuno ha cercato di avvicinarsi a lui, fuggì urlando in preda al terrore. Questo animale un disperato bisogno di aiuto.

Krishna ha scoperto il lato più duro di adozione. Come un animale può essere così suddiviso fino al punto di essere ucciso da altri cani senza resistenza. A quel tempo l'abbiamo accolto nella nostra casa in modo che almeno sarei morta insieme. Contro ogni previsione, Krishna è sopravvissuto, ma era praticamente un fisso vuoto del corpo, ma sempre vigile, sempre paura di quello che sarebbe intorno.

Dal primo giorno in cui ho preso a pugni lo felice scopo, per ottenere conoscere il lato buono della vita che era sempre stata negata. Ma non avrei mai immaginato che sarebbe stato così difficile da ottenere.

Come possiamo aiutare Krishna a sentire di nuovo come un cane?

Il lavoro dietro la riabilitazione di Krishna è immenso, quasi titanica. La maggior parte dei professionisti hanno conosciuto ci sono voluti per impossibile. Hanno anche avuto modo di dire, una volta che il suo personaggio sarebbe peggiorare nel tempo, che la vita sarebbe pericoloso per noi e ci potrebbe attaccare in qualsiasi momento. Ci hanno detto che il suo passato era troppo duro, due anni senza contatto umano hanno mostrato un atroce e insormontabile che avremmo avuto bisogno, come molti temono di venire più vicino ad essere un "cane normale" e, naturalmente, non sarei mai interamente da ma noi esforzáramos. Ma ho sentito che sotto quel guscio di paura e sfiducia nascondeva un grande cane ed era disposto a fare tutto il necessario per salvarlo.

Nel corso dei mesi, antisociale e cane spaventoso che è stato sta lentamente trasformando in un animale affettuoso tranquilla, giocoso, che cerca noi chiedendo costantemente coccole e carezze. Non è essere facile ... L'investimento di tempo, denaro, fatica, l'immaginazione, la pazienza e anche la nostra salute, è stata immensa. Abbiamo superato molti confini e versato molte lacrime per arrivare dove siamo ora. completamente cambiato il nostro modo di vita per adattarsi alle esigenze di Krishna, per imparare ad essere ancora una volta un cane.

Non sarà mai un cane normale. Per tutta la vita dovremo essere consapevoli delle loro reazioni, lavorando per gestire correttamente le proprie emozioni ed è possibile controllare le crisi di paura, nervosismo, ansia, e anche la gioia. Per Krishna, intense emozioni positive anche innescare reazioni eccessive che possono diventare pericolose per lui e per chi gli sta intorno.

Ma ora scrivo queste righe con la testa di Krishna appoggiata sul grembo. Dorme calmo, rilassato, sempre meno timorosi che "qualcosa di misterioso" verrà a ucciderlo. Quando ho accarezzato la testa mi dà con le zampe di continuare a graffiare, pancia si posa sul divano sopra, ed a volte dare "attacchi gioia" e salta e corre per la stanza da un lato all'altro, felice, spensierata, finalmente godersi la vita.

Quando guardo, vedo nei tuoi occhi la gratitudine sincera che solo un cane salvato sa offrire, e che è sempre la pena.

Tags

la storia di un cane adottato deve adottare un cane con problemi come ad esempio aiutare un cane che ha paura consigli krishna