5 effetti dei farmaci sul sistema nervoso

E 'stato riscontrato che il farmaco ha un effetto sul funzionamento e la struttura del sistema nervoso e può essere molto resistente questi cambiamenti e indurre comportamenti che possono arrivare a compromettere la vita del tossicodipendente.

L'abuso di droga è un grave problema di salute pubblica in quanto l'uso continuato di questi farmaci può portare a gravi conseguenze.

Tra loro ci sono il maggiore tolleranza per alcune sostanze, la sensibilizzazione ad altri, e la comparsa di una dipendenza che rimane nell'individuo un forte desiderio di usare di nuovo.

Inoltre, se certo periodo di tempo è trascorso senza consumare, sintomi di astinenza fastidiosi, che si oppongono a sentimenti in grado di simulare può apparire un farmaco.

Esso descrive la dipendenza come una malattia che dura una vita, che è caratterizzata da comportamenti di ricerca della sostanza coinvolgente e consumo compulsivo indipendentemente dalla causa conseguenze negative.

Dipendenza è associata ad una maggiore probabilità di recidiva, che di solito inizia quando la persona a determinati stimoli associati con farmaco esposto. Inoltre significa che il comportamento dei consumatori è mantenuta, anche se questo comporterebbe conseguenze negative per la persona.

Fino a quando non è usuale che si crea un circolo vizioso: l'individuo consuma una sostanza, questo fa sì che direttamente e indirettamente biopsicosociales effetti negativi, in modo che la vostra via di fuga viene nuovamente consumando per allontanarsi dai problemi.

Effetti dei farmaci sul sistema nervoso

1- DNA è alterata

Sembra che lo sviluppo di una dipendenza, fattori di trascrizione, immediati primi geni e le vie di messaggeri intracellulari nel sistema di ricompensa del cervello sono alterati. E 'stato anche osservato che influenzano i circuiti cerebrali coinvolti nella motivazione, la memoria e il processo decisionale.

Tuttavia, come è il rapporto diretto di questi sistemi con abuso di sostanze non è ancora noto con certezza assoluta.

connessioni sinaptiche 2- Altera

Negli ultimi anni è stato anche dimostrato che la dipendenza cambia la forza delle connessioni sinaptiche dei neuroni, in particolare quelli che rilasciano e ricevono il glutammato, un neurotrasmettitore eccitatorio.

Sono stati trovati in numerose immunoistochimica, istologiche e cambiamenti morfologici morfometrici nel cervello di utenti regolari di numerose ricerche diversi farmaci.

Principali risultati includono la perdita neuronale, danno assonale generalizzata, problemi neurodegenerative, gliale fibrillare acida diminuito proteine ​​e alterazioni nel microcircolo cerebrale.

3- cambiamenti neurochimici e funzionali nel cervello

Secondo Volkow et al, sono stati osservati cambiamenti neurochimici e funzionali nel cervello dei tossicodipendenti attraverso studi di neuroimaging.

Quando la persona è sotto l'influenza di droghe o meccanismi craving attivati ​​cerebrale complessa. Questi percorsi coinvolgono circuiti di ricompensa connessi con la motivazione, la memoria e il controllo cognitivo.

4- diminuisce i livelli di dopamina

Altre ricerche hanno evidenziato il ruolo della dopamina, una sostanza che aumenta bruscamente e molto rapidamente quando è sotto gli effetti di rinforzo di farmaci.

Come indicato da una pubblicazione del Mental Health Letter di Harvard nel 2004, sembra che il meccanismo principale che mantiene la dipendenza è il rilascio di dopamina nel nucleo accumbens quando il farmaco viene consumato. Questo suscita piacere nel soggetto e funzioni come segnale di disturbo, indicando che tale comportamento facilita la sopravvivenza o la riproduzione.

Questo sistema è noto come il percorso di ricompensa, e facilita il cervello di registrazione che l'esperienza di riprovare a ripetere in futuro.

Naturalmente, i premi si ottengono con fatica e spesso in ritardo. Tuttavia, con la droga è esattamente il contrario: l'accesso al piacere è semplice.

Pertanto, quando il consumo viene interrotta, il livello di dopamina gocce causando disfunzioni nell'area prefrontale del cervello. Questo porta a problemi impulsività e controllo inibitorio. c'è anche una riduzione della capacità di gratificazione stimoli rinforzo naturali come il cibo o sesso.

Quando abusato sostanza per un lungo periodo di tempo, una diminuzione dei livelli di dopamina si verifica in un tentativo di regolare cervello. Addicts gradualmente andando avere bisogno di dosi più elevate e più frequentemente per ottenere gli effetti che il farmaco ha prodotto in un primo momento.

5- elevare la soglia di controllo delle perdite piacere

Volkow et al hanno proposto un modello per spiegare la perdita di tipica dipendenza di controllo con i consumatori.

Essi prevedono che, in questa situazione, la sostanza che crea dipendenza e gli stimoli ad esso associati acquisiscono un grande potere ricompensa prevale su tutti gli altri stimoli piacevoli.

Questo avviene condizionata e disallineamenti sulla soglia del piacere, in modo che la persona si abitua a livelli molto elevati di piacere prodotte da droghe e altri stimoli non lo possono provocare.

Inoltre, quando il soggetto è esposto al farmaco o elementi ad esso associati, sembra che la semplice gratificazione memoria fornendo questa sostanza produce benefici circuito iperattivazione riducendo controllo cognitivo.

Quindi è molto difficile per i tossicodipendenti inibire il loro comportamento di ricerca e ad abbandonare il consumo di droga.

Nonostante anni di astinenza, i ricordi rimangono fissi nella mente del tossicodipendente. Così, per eventi, luoghi o esperienze che riguardano il desiderio di consumare questo farmaco, a prescindere dal tempo trascorso viene riattivato.

Questo fenomeno è chiamato apprendimento condizionato, che stabilisce le associazioni molto persistenti tra i due stimoli, specialmente quando coinvolgono le vie del piacere. Ciò si verifica perché il nucleo accumbens invia segnali al amigdala e l'ippocampo, e sono dedicati a conservare e consolidare i ricordi che provocano sentimenti intensi.

Per questo motivo, un alcolizzato che ha passato anni senza bere può sentire il bisogno di bere di nuovo quando torna a bar frequentato prima. Un altro esempio è quello che si può sentire un ex eroinomane quando vede un ago ipodermico.

Pertanto si consiglia di prevenire le ricadute in casi di dipendenza che l'ambiente e le abitudini della persona è cambiata. Dal momento che un tossicodipendente non potrà mai smettere di essere uno.

Infatti, sollecitazioni esterne o interne possono promuovere ricaduta. Vale a dire che sono tossicodipendenti stress delicati o generare o disagio.

Probabilmente le persone che diventano dipendenti erano già ipersensibili allo stress o avevano difficoltà a tollerare la frustrazione, caratteristiche che li rendono suscettibili di avviare e mantenere il consumo. Mentre in altre occasioni, che la risposta allo stress alterata può venire da disturbi cerebrali dopo l'abuso di sostanze a lungo termine.

La verità è che è stato dimostrato che il livello di ormone rilasciante corticotropina, responsabile della regolazione stress e attività amigdala, aumenti nei soggetti tossicodipendenti prima di una ricaduta.

prevalenza

Le sostanze principali sono l'abuso di alcol, cannabis, oppiacei, cocaina, anfetamine, metanfetamine ed ecstasy. Ciascun farmaco deve essere attivata in modo diverso un processo biologico, causando anche dopamina invadono nucleo accumbens.

Il World Drug Report afferma: "si stima che un totale di 246 milioni di persone, uno in 20 persone di età compresa tra i 15 ei 64 anni, usato droghe illecite nel 2013. L'entità del problema globale della droga diventa più evidente se si considera che più di 1 10 farmaco è un utente problema soffre disturbi causati da abuso di droga. Questo pone un pesante fardello per i sistemi sanitari pubblici solo 1 in 6 consumatori nel problema mondiale della droga hanno accesso alle cure. "

Secondo il Rapporto europeo della droga 2015: "Si stima che quasi un quarto della popolazione adulta dell'Unione europea hanno provato droghe illegali ad un certo punto della loro vita. Il farmaco utilizzato più di frequente è la cannabis, con stime più basse in materia di cocaina, anfetamine e MDMA ".

Inoltre, indica anche che "la cannabis è la droga che viene segnalato più di frequente, come il motivo principale per iniziare un trattamento farmacologico per la prima volta in Europa."

Perché alcune persone diventano dipendenti e altri no?

Secondo studi adottati e gemelli, circa il 50% delle differenze individuali nella probabilità di cadere nella dipendenza sono ereditari.

Le differenze individuali:

- sistema di ricompensa vulnerabili

- risposta allo stress accresciuto

- Alcune persone imparano più velocemente abitudine dipendenza. Questo si verifica spesso nelle persone con depressione, ansia, disturbi della personalità o la schizofrenia.

- Il funzionamento della corteccia prefrontale: se funziona in modo non corretto, la persona può avere difficoltà a controllare i loro impulsi, prendere decisioni e pensare a future conseguenze delle loro azioni. Ideale per il consumo compulsivo contesto di origine.

Prestare particolare attenzione con gli adolescenti, perché in questa fase non è ancora completamente sviluppato corteccia prefrontale. Perché è usuale in comportamenti a rischio dei giovani e alla sperimentazione di farmaci.

Negli ultimi anni c'è un dibattito su questo, se ci realmente manutenzione di dipendenza è per ragioni fisiologiche o è psicologica.

Sembra che non si pone direttamente come una proprietà di alcuni farmaci, ma non ci sono sostanze che danno dipendenza persone tossicodipendenti. La prova di questo si trova analogie tra il cervello di persone dedite di gioco e tossicodipendenti. Inoltre, ogni qualvolta si presentano nuove dipendenze in cui non è coinvolto l'uso di sostanze tossiche.

Buoni esempi sono lo shopping dipendenza, videogiochi, internet, il cibo, o il sesso.

problematica

I problemi causati dipenderanno dal tipo di farmaco consumato, la vulnerabilità di ogni persona di sviluppare alcuni disturbi o condizioni e la frequenza e la quantità di consumo.

- Di solito questi consumata in molti farmaci causano neurologici, sintomi psichiatrici e problemi cardiovascolari, quali ischemia e vasculite.

- L'uso prolungato di anfetamine, metanfetamine ed ecstasy è stato associato ad un aumentato rischio di sviluppare il morbo di Parkinson.

- In particolare, la metamfetamina produce effetti fisiologici come mal di testa, difficoltà di concentrazione, dolori addominali, vomito o diarrea, diminuzione dell'appetito, disturbi del sonno, comportamento paranoide o aggressivo e psicosi.

Se si consumano troppa pressione, aritmia, emorragia subaracnoidea, infarto cerebrale, emorragia intracerebrale, convulsioni o coma possono verificarsi. studi di risonanza magnetica hanno scoperto che questa sostanza può alterare le aree frontali e gangli basali del cervello.

- Se parliamo di alcol, è stato collegato con una vita più breve.

- nicotina, presente nel tabacco, agisce sul sistema nervoso centrale e periferico. Abbiamo trovato i cambiamenti nella respirazione e la pressione sanguigna, la costrizione delle arterie, e maggiore vigilanza.

- Per quanto riguarda il consumo di cocaina può indurre ipertensione e persino la febbre letale. Esso può anche causare sintomi associati alla schizofrenia, come ideazione paranoide e allucinazioni visive e uditive.

- marijuana o hashish: sembra che possono scatenare gravi disturbi emotivi o problemi psicotici in soggetti che sono predisposti a loro. Se il consumo inizia prima di 17 anni, si può networks networks disturbi neuropsicologici e grave svilupparsi.

Tuttavia, la loro danni a lungo termine ancora oggetto di indagine in quanto le ripercussioni si basano molto su ogni argomento.

Prevenzione e trattamento

Trattamento dipenderà dal tipo di dipendenza e anche il tipo di tossicodipendente. Ad esempio, non è possibile utilizzare lo stesso metodo con un consumatore aperti all'esperienza e la mancanza di inibizione con le persone che sono ipersensibili a stress.

Come accennato, la dipendenza cronica è quindi una lotta continua è necessaria. La persona deve essere molto convinto e motivato.

A seconda del modello in precedenza abbiamo indicato la migliore terapia dovrebbe avere un approccio multidisciplinare volto a ridurre la potenza di rinforzo di farmaci e di migliorare la soddisfazione dei rinforzi alternativi. Si cerca di rompere le associazioni apprese condizionali e migliorare il controllo cognitivo.