18 farmaci più coinvolgente e Consumidas

E consumati i farmaci più coinvolgente si caratterizzano per la loro elevata capacità di produrre neurofisiolóficos cambiamenti nel cervello e il suo potere di generare dipendenza psicologica.

Sappiamo tutti che la maggior parte dei farmaci possono causare dipendenza se consumato. Tuttavia, è spesso difficile sapere quali sono coinvolgente e cosa no, e il potenziale di dipendenza quanto di ciascuno.

È l'alcol dipendenza? È la marijuana crea dipendenza o caffeina? Che cosa determina che un farmaco più coinvolgente o meno?

Bene, la risposta a questa domanda non è così semplice come può sembrare, dal momento che mesurar il grado di dipendenza che può produrre una sostanza è un processo straordinariamente complesso.

Secondo vari esperti, il potenziale di un farmaco da dipendenza può essere giudicata a seconda della causa danno o il grado di attivare il sistema dopaminergico del cervello.

Allo stesso modo, le indicazioni delle persone che consumano ciò che è soave che i sintomi di astinenza che possono causare o la facilità con cui le persone "ganci" sono altri aspetti importanti per valutare il grado una tossicodipendenza.

Per lasciare dubbi e di offrire una visione ampia e chiara sul potenziale di dipendenza di ogni sostanza, quindi passiamo in rassegna gli studi che sono stati fatti e discutere i 18 farmaci sono stati più coinvolgente.

I 18 farmaci più coinvolgente e consumati

  • eroina

La maggior parte degli studi concordano sul fatto che il farmaco più coinvolgente che può essere trovato sulla terra è l'eroina.

In effetti, uno studio del Imperial College di Londra ha dimostrato come questa sostanza ha ottenuto un indice di dipendenza 2,89 punti, mostrando chiaramente superiore ad altri farmaci.

Inoltre, la ricerca condotta dall'Istituto Nazionale di tossicodipendenze ha mostrato che il 23% delle persone che avevano mai provato l'eroina, aveva appena messo a punto un quadro chiaro di dipendenza da questa sostanza.

Eroina è un farmaco semi-sintetico derivato dalla morfina emerso nel ventesimo secolo, inizialmente come sostanza terapeutica.

Tuttavia, si diffuse rapidamente uso ricreativo e alla fine divenne uno dei più alti tassi più consumati e di tossicodipendenza.

  • cocaina

La prossima farmaco più coinvolgente ricalca eroina cocaina, che, secondo lo studio discusso sopra, ottiene un rapporto di dipendenza di 2,82 punti.

La cocaina è un alcaloide tropanico ottenuto direttamente dalle foglie della pianta di coca.

Nel cervello agisce come un potente stimolante e attiva a livelli estremamente elevati di sistema di premi di produzione.

Pertanto, l'azione della cocaina è altamente coinvolgente, in quanto agisce direttamente sulle regioni cerebrali che eseguono tali processi.

Oggi, la cocaina ha sostituito l'eroina e appare come la seconda droga illegale più comunemente utilizzati, dietro solo marijuana.

  • crepa

Crack è un farmaco derivato dalla cocaina, che prende il nome dal suono che fa quando riscaldato.

Specificamente, crack è il composto risultante dalla miscela di base libera Cociana con una parte variabile di bicarbonato di sodio.

I suoi effetti sono molto simili a quelli della cocaina e, anche se in questo modo, non produce dipendenza fisica, dipendenza psicologica crea un alto che lo rendono uno dei farmaci più coinvolgente.

  • nicotina

La nicotina è senza dubbio la droga legale che provoca una maggiore dipendenza tra i consumatori.

I suoi effetti sul cervello sono molto simili a quelli della cocaina. Tuttavia, la stimolazione eseguita sul sistema di ricompensa è molto più piccolo e non causa i sentimenti tipici di euforia e di coca "corsa".

Eseguire la stimolazione è molto più bassa, nicotina stessa non modifica strutture funzione cerebrale globale o danni cerebrali.

Tuttavia, questo non significa che non provoca dipendenza, perché la nicotina influisce direttamente la ricompensa del cervello formano regioni.

Infatti, si stima che il 30% delle persone che consumano nicotina per un periodo di tempo di sviluppare dipendenza da sostanza, e mostra lo stesso tasso di dipendenza della cocaina.

Allo stesso modo, la nicotina è la droga che provoca più la dipendenza, che colpisce, come illustrato dal professor David Nutt nella sua ricerca, 50 milioni di persone negli Stati Uniti.

  • metadone

Il metadone è un oppiaceo sintetico utilizzato come manutenzione e trattamento di disintossicazione di dipendenza, soprattutto oppiacei eroina.

Tuttavia, il fatto che il suo impiego è principalmente traduce terapeutico e uno strumento essenziale per il trattamento di sostanze dipendenza da eroina non significa che non è dipendenza.

In realtà, si ipotizza che il potenziale di dipendenza del metadone è molto alto, per cui uso terapeutico deve essere strettamente controllato da medici professionisti.

La ricerca condotta da David Nutt mostrato come il metadone ha un rapporto di dipendenza di 2,68, molto simili a quelli di valori di nicotina e cocaina.

  • metanfetamine

La metamfetamina è uno stimolante potente che agisce come un agente adrenergico.

Si tratta di un farmaco sintetico con una struttura chimica simile a quello delle anfetamine naturali, tuttavia, i suoi effetti sul sistema nervoso centrale sono più pronunciati.

Infatti, la sintesi di questo farmaco mira ad aumentare gli effetti gratificanti e, quindi, aumentare il suo potenziale di dipendenza.

Attualmente, meth è una sostanza elencata dalla Convenzione sulla psicotrope come molto coinvolgente.

  • morfina

La morfina è un potente farmaco oppiaceo che viene utilizzato di frequente in medicina come analgesico.

E 'utilizzato in abbondanza nel trattamento del dolore, come infarto miocardico acuto, dolore post-chirurgico, dolore associato con dossi, dolore osseo o dolore causato dal cancro.

Tuttavia, come accade con altri oppioidi, l'aggiunta di questa sostanza è molto elevata e può portare a dipendenza fisica con una certa facilità.

Così, anche se la morfina rimane l'analgesico classico più efficace per alleviare il dolore acuto, il suo utilizzo diminuisce man mano che appaiono nuove droghe sintetiche che provocano meno dipendenza.

  • Metaculona

Il metaculona è un farmaco sedativo-ipnotico che produce effetti simili a quelli di barbiturici.

Nel cervello è responsabile per diminuire il livello di attività del sistema nervoso centrale.

Durante i decenni degli anni '60 e '70 è stato utilizzato come un ipnotico per il trattamento di problemi come l'insonnia o il dolore cronico, così come sedativo e rilassante muscolare.

Allo stato attuale non viene utilizzato come sostanza terapeutica grazie al suo alto potenziale di dipendenza, ma si è diffuso il suo uso ricreativo, in particolare in Sud Africa.

  • barbiturici

Barbiturici sono una famiglia di farmaci derivati ​​dell'acido barbiturico che agiscono come sedativi e del sistema nervoso centrale producono grandi linee di effetti da lieve sedazione all'anestesia.

Principalmente sono usati come ansiolitici e ipnotici e anticonvulsivanti.

Queste sostanze hanno un alto potenziale di dipendenza e possono causare sia dipendenza fisica e psicologica.

Per questo motivo e per il pericolo rappresentato dalla massiccia assunzione di questi farmaci, attualmente praticamente non utilizzato per scopi terapeutici.

  • alcool

L'alcol è il secondo più coinvolgente, dietro tabacco droga legale.

Il suo utilizzo è altamente touristed e la maggior parte dei consumatori non diventare dipendenti da sostanza.

Tuttavia, questo non significa che l'alcol non crea dipendenza, perché è molto. Infatti, dipendenza da alcol, appare però più lentamente e richiedono l'uso prolungato nel tempo, è uno dei più difficili da superare.

Secondo lo studio da parte del Imperial College di Londra, ha un rapporto di dipendenza da alcool 2,13 punti, un valore leggermente inferiore rispetto metamfetamine, per esempio.

Inoltre, la ricerca condotta nel 2010 ha mostrato come il 7% della popolazione degli Stati Uniti ha avuto dipendenza da alcol, e l'alcolismo è considerato uno dei maggiori problemi di salute pubblica in tutto il mondo.

  • benzodiazepine

Le benzodiazepine sono farmaci psicotropi che agiscono sul sistema nervoso centrale con sedativi, ipnotici, ansiolitici, anticonvulsivanti, rilassante muscolare ed effetti amnesia.

Sono attualmente gli antidepressivi più comunemente utilizzati e hanno dimostrato una maggiore efficacia nel trattamento di vari disturbi d'ansia.

Tuttavia, l'uso prolungato di questa sostanza può causare dipendenza con relativa facilità.

Infatti, si stima che le proprietà di dipendenza di questa sostanza è leggermente inferiore a quello dell'alcol.

  • anfetamine

Anfetamine sono agenti adrenergici sintetici che stimolano il sistema nervoso centrale.

Vengono utilizzati a scopo terapeutico per migliorare lo stato di veglia, aumentare i livelli di vigilanza, aumentare la concentrazione, promuovere le funzioni cognitive di base, come l'attenzione e la memoria, e ridurre i livelli di impulsività.

Tuttavia, nonostante il suo potenziale di dipendenza è inferiore al suo derivato sintetico per uso ricreativo agisce anche nel sistema di gratificazione cervello e può causare dipendenza al consumo.

  • buprenorfina

La buprenorfina è un gruppo farmaco oppioidi utile per il trattamento della dipendenza da altri oppiacei come morfina o eroina.

Pertanto, esso ha un funzionamento simile metadone, e ha una maggiore attività analgesica della morfina.

La buprenorfina ha mostrato un tasso di dipendenza di 1,64 punti, che è anche una sostanza molto coinvolgente.

  • GHB

GHB è un sedativo del sistema nervoso centrale che, nonostante popolarmente conosciuta come "ecstasy liquida" ha poco a che fare con questo farmaco.

Inizialmente è stato utilizzato come anestetico, ma è stato ritirato dal mercato a causa della loro bassa effetto analgesico e la sua elevata capacità epileptogenic.

Gli effetti sono simili a quelli di alcool o ansiolitici: disinibizione, aumento socievolezza, il rilassamento e la funzione sessuale diminuita, e la sua capacità coinvolgente è anche simile.

  • ketamina

La ketamina, noto anche come "Special K" o "Kit Kat" è una droga allucinogena dissociativo con un alto potenziale.

È un derivato fenciclidina e inizialmente utilizzata per scopi terapeutici a causa della sua sedative, analgesiche ed anestetiche.

Tuttavia, a causa dei suoi effetti collaterali e, soprattutto, al potenziale di dipendenza, è stato ritirato dal mercato e attualmente viene utilizzato solo per scopi ricreativi.

  • MDMA

MDMA, meglio noto come ecstasy o cristallo è un appartenente alla famiglia delle anfetamine sostituiti empatógena farmaco.

Il consumo di solito produce euforia, una sensazione di intimità con gli altri, è diminuita l'ansia, iperattività, aumento della tensione muscolare e la perdita parziale della sensazione di dolore fisico.

Anche se il potenziale di dipendenza è significativamente inferiore rispetto anche metanfetamina, l'anfetamina, agisce direttamente sui meccanismi di ricompensa del cervello e il loro consumo può causare dipendenza.

  • caffeina

La caffeina è un gruppo xantina alcaloide che agisce come una droga psicoattiva, leggermente dissociativa e stimolante.

Il suo utilizzo è estremamente diffuso e raramente è stata associata con effetti negativi o dannosi per la salute.

Tuttavia, l'assunzione di caffeina provoca un aumento del livello di ormoni dello stress nel corpo e aumenta i livelli di dopamina nel cervello.

Così, anche se questo non è usuale, la caffeina può causare dipendenza, soprattutto quelle persone che consumano compulsivamente.

  • marijuana

Il potenziale di dipendenza di marijuana è uno dei più controversi ha generato negli ultimi anni.

La marijuana è una psicotrope ottenuto dalla pianta della canapa ed è la sostanza illecita più comunemente usata nel mondo.

Esiste un certo consenso che il potenziale di dipendenza di questa sostanza non è molto elevata, tuttavia, il consumo può generare dipendenza psicologica, quindi si conclude che la cannabis è una droga.