Uno è in grado di servire

Susana ha cercato a lungo un senso trascendente alla sua vita. Ecco la sua storia.

Parlo spesso con le persone che hanno il desiderio di servire gli altri, ma credo che a volte si perdono nel intenti e ignorare, soprattutto, agire. Tale è il caso di Susana, un professionista che ha trascorso decenni alla ricerca di un senso trascendente alla sua vita.

"Negli ultimi anni sono stati molto buoni, in generale," mi dice. "La mia famiglia sta bene, vivo tranquillo e sono stato in grado di continuare a crescere nella mia professione, ma ho un vuoto dentro che non riesco a colmare. Sento il desiderio di fare qualcosa per i bisognosi. "Questo vuoto è un segno di qualcosa di più profondo che ha a che fare con le cose tangibili, ma con ciò che sentiamo, sperimentiamo internamente, con la nostra anima, piuttosto che il nostro ego e desideri.

"Non c'è nulla di più soddisfacente nella vita che servire gli altri, 'dissi a Susan. È per questo che si vuole fare qualcosa per i bisognosi. Quello che spinge è la vostra intelligenza divina, la vostra intuizione. "Susana voleva aiutare le comunità in Africa o in India, come aveva visto in televisione che ci sono molte persone in stato di bisogno. Ma lei vive a Toluca, in Messico, così ho suggerito di guardarsi intorno e cominciare con le persone più vicine. Ecco quello che ho proposto di fare per dare agli altri un dono che, alla fine, avrebbe ricevuto:

Dare quello che puoi

Quando serviamo a cuore, non dobbiamo subire né pesiamo sacrificios.Si, forse è perché stiamo cercando di chiudere una lesione personale, non per aiutare gli altri. Quindi partiamo offrendo quello che possiamo dare. Se abbiamo tempo, io ofrezcámoslo; Se il Pocket permette, dare i soldi, o condividere i nostri talenti con gli altri: ascoltare, parlare, cucina, pittura ... In questo modo saremo lieti di farlo senza sentire che si tratta di un sacrificio.

Guardatevi intorno

Il desiderio di offrire aiuto alle persone lontane è un nobile desiderio, ma per servire coloro che ci circondano è facile e possiamo farlo subito. Nella nostra famiglia ci può essere qualcuno che ha bisogno di aiuto, e tra i nostri vicini o comunità. Questo non significa che le altre persone che non dovrebbe importare, ma è meglio cominciare con le persone che sono più vicine a noi.

assistere

Anonimo aiutarci a rimuovere la possibilità di dare un altro dono: la nostra presenza. Quando una persona è malata o ha una mancanza, non possiamo solo aiutare con qualcosa di materiale, ma anche con la nostra presenza. Il calore di un abbraccio, un sorriso amorevole o uno sguardo simpatico può essere un vero e proprio balsamo quando c'è dolore o necessità. La nostra persona, in sé, può essere un regalo prezioso per un altro essere umano.

Siate rispettosi

Con l'offerta di aiuto, non solo abbiamo considerazione per l'altra persona, ma anche rispettare nel momento in cui è. A volte abbiamo tutti bisogno di affrontare il dolore o situazione estrema a crescere come esseri umani. Questo non vuol dire smettere di aiutare gli altri, ma il rispetto il loro tempo. Non facciamo finta di seguire il nostro consiglio, per valutare ciò che diamo loro e anche meno di darci i campioni di gratitudine. Il nostro compito è quello di entrare in loro, e deciderà quando andare incontro.
Alla fine della nostra conversazione, ho citato a Susana un messaggio di Madre Teresa di Calcutta: "Abbastanza spesso una parola, uno sguardo o un gesto per riempire i cuori di coloro che amano". Il nostro compito è quello di amare e aiutare chi ha bisogno, come possiamo, guardarsi intorno e iniziare ad offrire il meglio di noi stessi. Così, i nostri cuori non avranno spazi vuoti da riempire.