Salute: il potere del perdono

Il perdono ha molti benefici per il corpo e le relazioni. Chiudi Ulteriori informazioni su come le tue influenze quotidiane tutti gli aspetti.

Quando ho suggerito il tema di questo articolo, ho pensato: cosa succede se abbiamo fatto uno su "Il valore della vendetta"? altri esempi che posso pensare ...

Come canta Elton John, il perdono sembra essere uno dei concetti più difficili da vivere. Ma oltre a questo, così ho potuto indagare, è un termine frainteso.

Molte volte non perdoniamo perché crediamo che il perdono contribuisce alla ingiustizia. "Quelli che erano feriti non meritano il nostro perdono," Noi pensiamo. Se perdoniamo ci ha ferito ancora una volta, che potranno usufruire della "nostra nobiltà." reati Anger per danni e, a volte non è nemmeno diminuiti dal tempo. Si può essere in collera con gli stessi genitori per i loro errori durante l'invecchiamento, con il quale mai abusato la nostra buona fede, e che la sorella che ci ha detto "grasso" Natale in dieci anni.

Noi non perdoniamo nessuno. Neanche noi stessi.

Mantenere la ferita nell'anima come un tesoro tagliente, abbiamo capito in memoria di tanto tempo e guardare assorbiti come un album fotografico, un gioiello di esposizione. E poi, ci proiettiamo ancora nella nostra mente il triste episodio pellicola imperdonabile e rivivere tutto. La rabbia alimenta ultime grandi morsi di questo. Questo è il rancore.

Ma in realtà quali basi sarebbe valsa la perdona? Solo perché una questione religiosa, per puro altruismo? In un mondo che spesso è così estremamente vizioso, c'è qualche cosa che è impossibile da giustificare?

L'informazione è ricca e varia su di esso. Alcuni esperti hanno studiato il perdono come una scienza e hanno trovato alcune domande davvero sorprendenti.

Per conoscere e padroneggiare, dobbiamo prima sapere che cosa il perdono è costruito, ciò che è e ciò che non è questa sensazione di trasformazione.

Aerei senza sosta

Fred Luskin è un regista, psicologa della salute e direttore del Perdono della Stanford University nel progetto United States. Perdonare la sua guida è la guarigione, che comprende i casi e studi che il programma, Luskin dice che le sofferenze irrisolte sono come aerei che volano giorni e settimane senza fermarsi o terreno, congestionare le risorse che possono essere necessari in caso di emergenza. "I piani di rancore diventano una fonte di stress, e spesso il risultato è uno shock", dice Luskin.

"Il perdono è la pace che si prova quando l'atterraggio l'aereo."
Lo specialista ha spiegato che il perdono non accetta la crudeltà, dimenticando che qualcosa di doloroso è successo o scusare cattivo comportamento. Né si tratta di riconciliazione con l'autore del reato. "Il perdono è per voi e non per coloro che ha offeso", dice Luskin. "Si impara a perdonare e imparare a calciare un pallone. La mia ricerca sul perdono mostra che le persone si riservano la loro capacità di usare saggiamente fastidio ma. Non sprecare la tua energia preziosa intrappolato in rabbia e dolore cose che puoi fare nulla. Perdonando, ci rendiamo conto che nulla può essere fatto per il passato, ma permette la libera da esso. Perdonare aiuta abbassare l'aereo per apportare le modifiche necessarie. "

Secondo Luskin, il perdono serve per riposare e non implica che l'autore del reato "sarà farla franca" o accettare sleale. Significa, tuttavia, non soffre in eterno per il reato o di aggressione.
Tuttavia, quello che se quest'ultima è stata troppo severa?

lezione di Kim

E 'stata la guerra del Vietnam, esattamente l'8 novembre 1972. La famiglia di Kim Phuc ha cercato di rifugiarsi in una pagoda vicina al suono di aerei americani. Ma il rifugio non è stato sufficiente contro le bombe al napalm che cadono dal cielo, e il luogo ha cominciato a prendere fuoco.

Un corrispondente per l'agenzia di stampa Associated Press, Nick Ut, ha preso in quel momento il quadro famoso e triste che ha travolto il mondo. C'era Kim, nove, nudo e piangere in un grido, con gran parte del suo corpo coperto di ustioni di terzo grado. Nonostante questo, Kim è sopravvissuto. Ho dovuto subire 17 interventi chirurgici e, dopo anni di essere usato come un simbolo di resistenza per il suo paese, ha cercato asilo in Canada. Ma ciò che è notevole nella sua storia che Kim ha perdonato il capitano John Plummer, l'ufficiale che comandava bombe tiro sul loro villaggio.

Nel dono di bruciato, Kim dice giornalista Ima Sanchís che soddisfano i militari ad un evento non lo insulto, ma lo abbracciò: "La guerra ci rende tutte le vittime. Io, come un bambino, è stato una vittima, ma che stava facendo il suo lavoro come un soldato, così è stato. Ho dolore fisico, ma ha dolori emotivi che sono peggiori delle mie. "

Kim ha capitalizzato vecchie ferite in modo positivo. Oggi, viaggia il mondo che chiede la pace, e Kim è presidente della Fondazione Internazionale, un'organizzazione dedicata a fornire assistenza a Vic tims dei conflitti armati.

Ma qual è il segreto di agire con una tale forza d'animo?

Resilienza, la parola magica.

Boris Cyrulnik ha subito la morte dei suoi genitori in un campo di concentramento nazista, da cui è scappato quando aveva appena sei anni. Dopo la guerra, è andato a un rifugio in un altro per finire in una fattoria beneficenza. I vicini gli hanno insegnato l'amore per la vita e la letteratura, e più tardi ha deciso di diventare un medico e studiare i meccanismi di sopravvivenza. Oggi è uno psichiatra, neurologo, scrittore, psicoanalista e specialista di resilienza, un concetto psicologico che definisce la capacità delle persone di superare le avversità e di essere forti nella crisi. "La resilienza è un antidestino", dice Cyrulnik. "E 'un lavoro non è facile, ma è uno spazio di libertà interiore che rende possibile che uno non presentare a suo danno".

Le persone che possono superare le tragedie che fanno fuori periodi difficili di dolore emotivo possono lasciare il loro ruolo di vittima e di iniziare una nuova vita, come Boris e Kim. Vi siete mai chiesti perché alcune persone, sopraffatto dal senso di impotenza durante l'infanzia, rientrano in crimine o diventano agenti di abusi, e altri, invece, recuperare, diventano persone buone e sono felice, forte, prospera o successo? La resilienza è la risposta, e, per realizzarlo, il perdono è uno degli ingredienti necessari.

Secondo la psicoterapeuta Rosa Argentina Rivas Lacayo, Presidente dell'Associazione Latinoamericana di sviluppo umano e l'Associazione di Olistico orientamento del Messico e autore di Saber crescere: "Senza perdono non possiamo crescere e rafforzare le avversità. Non Raggiungiamo essere sia resistente. Alcuni sostengono il loro dolore rovente per mostrare al mondo quanto male sono stati trattati, inavvertitamente si rendono conto che essi stessi danneggiati in questo modo. Il mondo non è interessato al nostro passato, ma ciò che siamo capaci di fare e dare ora. Quando ci aggrappiamo a vecchi dolori, autocommiserazione appanna la nostra capacità di dare agli altri e ad assumere il ruolo di martiri, ci siamo seduti ad aspettare che qualcuno magicamente risolvere la nostra vita. "

Rivas Lacayo, il perdono ci aiuta a riconoscere e ammettere che siamo fragili e non abbiamo bisogno di nascondere la debolezza. Diventando consapevoli dei nostri limiti, ci sarà evitare che un'esperienza da ripetere.
Non è, ma c'è di più: che cosa se avesse avuto prove mediche dell'utilità del perdono?

Il perdono, per prevenire le malattie

Oltre alla salute spirituale, ci sono diverse prove che lasciano dietro l'ostilità tutela la salute fisica. E non è una metafora o un "modo di dire". Uno studio chiamato "Il perdono e la salute fisica" presso l'Università del Wisconsin ha detto che imparare a perdonare può aiutare a prevenire le malattie cardiache nella mezza età. In questa indagine si è constatato che maggiore è la capacità di perdonare le persone, meno problemi di salute coronarica manifesta tutta la sua vita. Invece, il minore è stato il Habi-lità di scusare, sono stati gli episodi più frequenti di disturbi cardiovascolari.

Per quanto riguarda il ricordo di infortuni, ecco un altro informazioni importanti: Un'indagine ha indicato che pensare per cinque minuti di qualcosa che produce frustrazione, rabbia o disgusto può ridurre la variabilità della frequenza cardiaca, una misura dello stato di salute del sistema nervoso che indica come flessibile è lo stato del sistema cardiovascolare. Per affrontare e rispondere in buone condizioni di stress, il cuore ha bisogno di flessibilità. Lo stesso studio ha mostrato che quei cinque minuti di pensiero negativo rallentare la risposta del sistema immunitario o difese.

I benefici del perdono non si applicano solo agli altri, ma a se stessi, quando nonostante i nostri errori e peccati siamo in grado di perdonare e smettere di sentirsi meritevole di punizione.

Perdonare non è dimenticare o rimanere in errore. Al contrario, esso è quello di iniziare di nuovo, con l'esperienza, senza rancore "volante" e scambiare le possibilità del presente.
Come l'amore, il perdono non è qualcosa di "resa" per gli altri, ma un dono di vitale importanza per noi stessi.

Cosa ne pensi di perdono? Davvero ti fa sentire meglio? C'è un perdono sincero? DO perdoniamo e da noi o per gli altri? Condividi la tua esperienza e opinione cliccando qui.

Articolo precedente Le chiavi per la crisi