La mia terapia di silenzio

Quando un uomo disattento è costretto ad ascoltare la sua moglie, scopre che le piace quello che dice.

Come giornalista, mi guadagno da vivere parlare con gli sconosciuti e mi piace la sfida di guadagnare la vostra fiducia; Tuttavia, devo confessare una cosa: anche se sono stato felicemente sposato otto anni, fino a sei mesi fa si poteva etichetta me che sono il tipico marito disattento. Non sto dicendo che io e mia moglie non abbiamo mai avuto conversazioni piacevoli, ma più spesso di quanto io sono disposto ad ammettere, non ho fatto altro che annuire quando doveva. E 'stata di un genere che quando la moglie gli chiede: "Hai sentito quello che ho detto?" Replicare difensiva "Certo!" Nel gennaio 2013 ho iniziato ho perso spesso la mia voce. I medici hanno detto che dovevo operare per evitare lesioni permanenti alla laringe. Avrebbe dovuto passare le prime settimane di convalescenza in totale silenzio. Entro due ore l'operazione non ho potuto trattenere le lacrime quando mio figlio di due anni è stato stordito nella sala di risveglio, perché non ho risposto. Ho voluto parlare, ma non ci riuscivo. Per fortuna, avevo registrato lettura ad alta voce alcune delle sue storie preferite, che ho potuto davvero usare quelle settimane. Sta tornando a casa aveva già accettato il mio silenzio con la serenità di un monaco Zen. Ho subito notato che altro "effetto collaterale": quando mia moglie mi diceva di tirarmi su, non mi limiterò a sentire; Egli è in ascolto. Nel corso delle settimane successive ho iniziato a capire che non volevo perdere una parola da lui. Ho cominciato a sentire una dolcezza nella sua voce che si ricordava dalle prime volte siamo andati fuori. Quella dolcezza non era scomparso; Avevo smesso di percepire. Ho scoperto che le sue idee capito meglio di prima scartata perché sembravano "le cose che gli uomini non afferrano". Ho anche notato che mio figlio non era più a parlare senza sosta, ma spesso detto cose incredibilmente premuroso per la sua età. Nello svolgimento cane tornando a casa da una foresta vicina, ho cominciato a percepire la melodia del canto degli uccelli. Il fruscio delle foglie mosse dal vento sembrava più chiara. Prima dell'operazione che avevo perso quelle passeggiate al telefono. Quando avevo due settimane e mezzo di convalescenza ho iniziato a parlare sottovoce diversi minuti al giorno. Una settimana dopo sono andato a un logopedista per insegnarmi il cast vocale con il minimo sforzo. Dopo diversi mesi lei mi ha fatto cantare vecchie canzoni mi hanno accompagnato al pianoforte. E 'stato completamente recuperato. Ultimamente la conversazione in casa è migliorato molto, ma non perché parlo di più, ma perché meglio ascoltare la mia famiglia, e ogni volta mi sorprende meno gioia che provo quello che sento.