Alleviare fede

riflessioni Julio Bevione sugli effetti della finta non lo sono.

Mantenere fa male immagine. Questo pensiero è venuto in mente mentre sfogliando riviste nella sala d'attesa del dentista. Erano immagini di celebrità molto sorridenti, anche se i titoli alludendo alla vita caotica di alcuni di essi. Perché soffrire se, a quanto pare, hanno soddisfatto il loro sogno e hanno tutto per essere felice?

Ho concluso che, in generale, è dovuto al fatto che lotta per sostenere un'immagine, perché cercando di essere ciò che non è doloroso, e può succedere a tutti. Facciamo finta che non fa male. E 'come cercare di indossare scarpe che ci sono ragazzi e noi stringere le dita; Si deve sopportare il fastidio e fare sforzi costanti, che ci porta a fatica e dolore.

Io non sono una star come riviste, ma confesso che sono stato spesso tentati di voler essere ciò che non sono. Ho finto di essere "altro" per affrontare più facilmente con il mondo, ma sapevo che era insostenibile e prima o poi cominciano a darmi fastidio, a causarmi dolore. Così quel giorno ho fatto un conteggio delle lezioni che ho imparato e qui condivido con voi:

  • Quando cerchiamo di accontentare a tutti i costi le aspettative degli altri, soffriamo. rivendicazioni sociali non sempre coincidono con i nostri desideri e, a volte, l'idea stessa di mettere in discussione ci fa paura. Molte persone a rimanere in silenzio quando chiedo loro che cosa alimenti che preferivano nella loro infanzia. Silenzioso, perché non ho mai pensato a quello che volevano; Essi si sono limitati a ciò che è stato mangiare a casa. Certamente ci sono situazioni in cui non si può scegliere, ma non sono la maggioranza. La vita a volte ci dà poche opzioni, ma quasi sempre ci permette di scegliere un altro modo di vivere.
  • Quando difendiamo un parere senza fare concessioni, ci arrabbiamo. Ho visto persone con passione difendono un'idea, e gli altri a diventare violento e persino ammalano per difendere un parere. La differenza è che il primo ha espresso le proprie convinzioni con fervore, e quest'ultimo ha attaccato coloro che avevano idee diverse. E questa è una grande differenza! Quando difendiamo un parere così fortemente, tendiamo a vederli come nemici che mettono in dubbio esso. La rabbia è un segnale di avvertimento che siamo aggrappati ad un'idea che può essere resto sbagliato e vale la pena.
  • Quando ci sentiamo in dovere di fare qualcosa, pesiamo. Non possiamo sempre scegliere le nostre azioni. A volte dobbiamo fare cose che non ci piacciono; li sentiamo come un fardello e sopraffare noi tutto il giorno. Per togliere quel peso, possiamo scrivere che ci dispiace a fare, ma invece di usare la parola "io", si usa "scegliere" o "Voglio". Dopo aver letto più volte, il disagio diminuirà e scomparire.
  • Quando si desidera solo per compiacere gli altri, ci stanchiamo. Siamo molto paura riflettere chi siamo perché, in fondo, abbiamo paura di rifiuto. Non osiamo dire "no" se il nostro cuore detta a noi. E 'vero che rispondono ai bisogni degli altri ci dà grande soddisfazione, ma non prima che si prendono cura dei nostri.

La fatica e il dolore indicano che stiamo smettere di essere ciò che siamo, che abbiamo combattuto con il nostro essere e del nostro agire; cioè, stiamo distruggendo la nostra autenticità, come le celebrità che compaiono nella rivista.

Articolo precedente Io non credo nella metà migliore
Articolo successivo Connettiti con gli amici