10 modi per prendere decisioni migliori

So che il consiglio dato dagli scienziati di scegliere l'opzione più conveniente.

Le decisioni sono il pane quotidiano; Siamo sempre portarli da piccole e insignificanti fino a quando cambiamo vita. Tuttavia, a volte abbiamo optato per la via meno successo e sono stati infelici o rimpianto. Ha portare la scienza qualche soluzione?

Quasi tutti conoscere i processi mentali che ci portano a prendere una decisione, ma recenti scoperte di psicologi e neurobiologi ci potrebbero aiutare risultati migliori. Ecco dieci delle strategie affascinanti che hanno scoperto.


1 Non abbiate paura delle conseguenze

Se è necessario scegliere tra un nuova macchina e una casa migliore, o anche chi sposare, la maggior parte delle decisioni implicano una prognosi: immaginare come si sentiranno le opzioni che abbiamo, e quasi sempre scelgono noi crediamo che ci sarà più felice. Tuttavia, questa "previsione affettiva" non è corretto. La gente spesso sovrastimano gli effetti buoni o cattivi delle loro decisioni. "Il piacere che deriva dalla maggior parte dei fatti è più piccolo e più effimera di ciò che pensiamo", afferma lo psicologo Daniel Gilbert della Harvard University. Questo vale per i fatti come banale come andare al ristorante o così grave come la perdita di un posto di lavoro.

Una delle principali cause di cattivi pronostiquemos è l'avversione alla perdita: l'idea che una perdita ci farà male più di soddisfatti noi un profitto equivalente. Tuttavia, Gilbert ha dimostrato che, mentre questa paura influenze processo decisionale, quando una persona perde Infatti, l'esperienza è molto meno doloroso di quanto temevo.

Cosa fare? Invece di guardare indietro verso l'interno e immaginare come si sentirà certo decisione che prendete, cercare qualcuno che ha scelto la stessa opzione e vedere come ci si sente. Non dimenticare che, non importa cosa riserva il futuro, certamente male o meno felice si immagina.


2 Fidatevi del vostro intuito

Anche se generalmente creduto di prendere buone decisioni richiede tempo, a volte una scelta intuitiva è altrettanto buono o migliore. Janine Willis e Alexander Todorov della Princeton University, ha scoperto che ci sono voluti un decimo di secondo dal momento che un nuovo giocatore per formare un giudizio su come competente, affidabile, aggressivo, accogliente e attraente è una persona. Se ci date più tempo fino ad un di secondo anziché rettificare riaffermiamo i nostri giudizi affrettati.

E 'ragionevole supporre che più informazioni si hanno su una questione, sia le decisioni più razionali su di esso. Paradossalmente, a volte più informazioni si hanno, il risultato migliore si ottiene se ti fidi del tuo intuito.

Ap Dijksterhuis, Radboud University, nei Paesi Bassi, ha osservato che quando un gruppo di acquirenti di oggetti semplici come l'abbigliamento, considerato le varie opzioni, settimane più tardi sono stati più soddisfatti con le loro decisioni. Tuttavia, per gli articoli più complessi come mobili, che si sono fidati sua intuizione era più felice.

Il ricercatore conclude che questo processo decisionale inconscio può essere applicato anche a settori quali l'amministrazione e la politica.


3 Considerate le vostre emozioni

Sembra che i sentimenti sono nemici del processo decisionale, ma sono essenziali per esso. Decidere lanci il sistema limbico, il centro emotivo del cervello. Nello studio i pazienti con danni a questo sistema, il neurobiologo Antonio Damasio della University of Southern California, ha scoperto che non potevano decidere di base come cosa mangiare o come vestirsi problemi. Secondo lui, questo può essere perché il cervello immagazzina i ricordi emotivi di decisioni del passato e li usa per fare presente.

Tuttavia, decidere sotto l'effetto di un'emozione può influenzare l'esito. In uno studio, Nitika Garg dell'Università del Mississippi, e Jeffrey Inman e Vikas Mittal, Università di Pittsburgh, ha rilevato che i consumatori arrabbiati tendevano ad accettare prima ciò che è stato loro offerto invece di considerare altre opzioni.

A quanto pare, la rabbia ci fa impulsiva, egoisti e gli affetti di prendere rischi. Come sentimenti influenzano il nostro giudizio e la nostra motivazione è meglio non prendere decisioni importanti, mentre sotto l'influenza di alcuni. Tuttavia, stranamente, c'è un'emozione che sembra aiutare a decidere meglio. Alcuni ricercatori statunitensi hanno scoperto che le persone tristi preso il loro tempo per discutere le opzioni che avevano e finito per scegliere il migliore. Infatti, molti studi indicano che gli individui depressi hanno una visione più realistica del mondo. Gli psicologi hanno anche coniato un termine per questo punto di vista: il realismo depressivo".


l'avvocato del diavolo 4 Diritto

Hai mai parlato con qualcuno di una questione controversa ed è stato frustrato perché il suo partito ricorse unica prova per sostenere la propria opinione e ha ignorato tutti gli argomenti che contraddicevano? Questo atteggiamento, chiamato bias di conferma pervasiva costituisce un problema quando ci fa credere che stiamo facendo una decisione pesare le alternative, quando in realtà abbiamo fatto una scelta e vogliamo giustificare.

Decidere è un'altra cosa a cui aggrapparsi ai fatti e cifre che supportano l'opzione che abbiamo già deciso. Senza dubbio, cercare prove che avrebbe dimostrato che siamo in errore è un processo doloroso. "Dobbiamo ammettere che è molto difficile essere completamente obiettiva", dice lo psicologo Raymond Nickerson, della Tufts University del Massachusetts. "Forse dovremmo riconoscere che esiste pregiudizio e che tutti noi abbiamo." Così, almeno, si terrà nostri punti di vista meno dogmatico e decidere più umiltà.


5 Attenzione confronti

A volte ci basiamo le nostre decisioni su fatti e cifre irrilevanti. In uno studio classico sull'effetto del punto di confronto, Daniel Kahneman e Amos Tversky hanno chiesto ai partecipanti calcolare la percentuale dei paesi Coun-africano affiliate con l'ONU. Prima di rispondere aveva girare una ruota con i numeri da 0 a 100 e dire se il numero risultante era più o meno di tale percentuale. I soggetti dello studio non sapevano che la ruota era truccato di fermarsi a 10 o 65. Anche se questo non era correlato alla domanda, ha influenzato molto circa le risposte. I partecipanti che hanno toccato il loro stimato 10 al 25 per cento in media, mentre quelli che ha toccato la loro stima, il 65 al 45 per cento. A quanto pare, quindi, le risposte sono state basate sul giro di una ruota.

Lo stesso accade quando vediamo gli elementi etichettati "abbassato" un commercio: usiamo il prezzo originale come punto di riferimento per giudicare abbassato, allora sembra un affare, anche se in termini assoluti non lo è. Come possiamo superare questo effetto? "E 'molto difficile da evitare", ammette lo psicologo Tom Gilovich della Cornell University. Una strategia potrebbe essere quella di utilizzare parametri di riferimento per contrastarla, ma anche questo è difficile. "Dal momento che sappiamo quanto ci ha colpito il primo punto di confronto, è difficile per neutralizzare", aggiunge.


6 Non rimpiango l'irrimediabile

SEI PERSONE che profondo armadio a mantenere un indumento che non è più in forma? Si occupa spazio utile, ma si rifiutano di scartare perché costano una fortuna. La forza che motiva questa decisione sbagliata è chiamata la fallacia di investimento enorme. Negli anni 80 Hal ARKES e Caterina Blumer della Ohio State University, ha mostrato quanto facilmente si cade per esso.

Essi credono che un gruppo di studenti che stavano vendendo le prenotazioni per un viaggio di fine settimana in un luogo di sci per $ 100. Poi sono stati offerti un più economico-da 50 dollari per una migliore viaggio resort di qualità. Non è stato fino dopo che gli studenti avevano pagato le prenotazioni, quando ha detto che entrambi i viaggi avrebbero avuto luogo lo stesso fine settimana, e di essere decisa da uno. Stranamente, la maggior parte ha scelto il viaggio meno attraente e più costoso a causa della maggiore quantità effettivamente investito in essa.

La ragione di questo è che più spendiamo su una cosa, noi siamo più impegnati ad esso. L'investimento non deve essere economico. Chi non ha perseverato nella lettura di un libro noioso anche dopo aver accettato di rinunciare? Per evitare che questa influenza le vostre decisioni, non dimenticate che c'è un momento in cui dobbiamo abbandonare gli sforzi infruttuosi.


7 Modificare la sua ottica

A volte ci prendiamo decisioni in modo irrazionale influenzate da come le scelte sono presentati. Questo effetto, chiamato l'approccio spiega perché preferiamo gli stuzzichini con "il 90 per cento in meno di grassi" che sono pubblicizzato con "grasso 10 per cento." Ci sentiamo una forte attrazione per le opzioni che appaiono a coinvolgere guadagni e l'avversione che sembrano rappresentare le perdite.

In uno studio pubblicato nel 2006, Benedetto De Martino e Ray Dolan dell'University College di Londra hanno osservato la reazione del cervello a questo effetto con la risonanza magnetica. Le immagini hanno mostrato una intensa attività nell'amigdala quando la persona è stato portato via dalla proposizione. Gli individui meno sensibili hanno mostrato la stessa attività nell'amigdala, ma erano più in grado di sopprimere questa reazione emotiva iniziale per mettere in gioco altra regione, la corteccia prefrontale orbitale e mediale, che ha forti connessioni con l'amigdala e le relative aree di pensiero razionale. De Martino dice che le persone con danni alla corteccia tendono ad essere più impulsivo.

Anche se questo non significa che possiamo imparare a sottrarsi questo, è importante sapere che esiste, aggiunge De Martino. L'esperienza e l'educazione possono contrastare, e anche più inclini ad esso può fare qualcosa al riguardo: analizzare le nostre opzioni da varie angolazioni.


8 Evitare la pressione sociale

Anche se si considera un individuo determinato, nessuno è immune alla pressione sociale. Nel 1971, un esperimento è stato condotto presso la Stanford University in California, ha dovuto interrompere quando un gruppo di studenti che rappresentano il ruolo di guardie carcerarie cominciò ad esercitare violenza psicologica contro gli altri che rappresentano i prigionieri. Da allora gli studi hanno dimostrato che i gruppi di persone che condividono interessi tendono ad essere convinti ad adottare posizioni estreme, e sono più propensi a prendere decisioni rischiose che coloro che agiscono da soli. Questi effetti in parte spiegare il comportamento pericoloso di bande e tifosi radicalismo.

Come evitare la pressione sociale negativo? In primo luogo, se si pensa che prenderà una decisione solo per compiacere il suo capo, ripensateci. Se si appartiene a un gruppo, mai assumere si sa più di voi, e se tutti sono d'accordo, svolgere il ruolo di avvocato del diavolo. Infine, diffidare di situazioni in cui la responsabilità è distribuito tra troppa gente; è in loro, dove corrono rischio di prendere decisioni irresponsabili.


9 Ridurre la vostra scelta

Forse pensate che è bene avere molte opzioni, ma ritengono che più piacere di un cioccolato scelti da cinque a 30, secondo lo psicologo Sheena Iyengar della Columbia University di New York, che studia il paradosso delle opzioni è derivato: anche se sembra meglio avere molti, è preferibile che pochi.

Le opzioni più lì, la maggior parte richiedono la nostra capacità di elaborare le informazioni, che ci può confondere, ci fanno perdere tempo, aumentando il rischio di errore e ci lasciano insoddisfatti con la nostra decisione.

Le persone più colpite da questo paradosso sono quelli che studiano con attenzione tutte le opzioni prima di decidere. Questa strategia è buono solo se il numero di opzioni è ridotto. Invece, gli individui tendono a scegliere la prima cosa che soddisfi le vostre esigenze soffrono meno. "Se l'intenzione è quella di accontentarsi di qualcosa di 'ragionevolmente buono', la pressione diminuisce e il compito di scegliere un'opzione tra le tante diventa più gestibile", dice Barry Schwartz, psicologo presso Swarthmore College in Pennsylvania.

Così, invece di cercare una fotocamera digitale ideale, chiedere a un amico, se si è soddisfatti con esso. Se è così, forse si vorrebbe anche, aggiunge Schwartz. Anche in situazioni in cui una scelta sembrerà troppo importante per accontentarsi del meno soddisfacente, cercare di limitare le opzioni.


10 Chiedi qualcun altro a decidere

Tendiamo a pensare più soddisfatti che sarà trattenuta se decidiamo da soli, ma a volte, qualunque sia l'esito, il processo stesso di scelta ci lascia insoddisfatti. In questi casi è preferibile a cedere la responsabilità ad un altro.

Simona Botti nel 2006, Cornell University, e Ann McGill, l'Università di Chicago, ha pubblicato diversi esperimenti su questa strategia. In uno, gli individui dovevano scegliere tra diversi elementi, senza informazioni che avrebbe guidato. Quando ha chiesto che cosa la sua soddisfazione per il risultato e con la decisione, tutti hanno detto di essere meno soddisfatti di quelli che semplicemente assegnato un'opzione. La ragione, secondo i ricercatori, è che chi ha scelto alcun merito sono stati attribuiti anche se la sua decisione è stata buona, ma l'idea di non aver scelto il miglior foro verso il basso. Anche nei casi in cui sono stati dati alcune anticipazioni, non si sentivano scelta più felice che se si trattasse di qualcun altro lo faccia per loro.

Secondo Botti e McGill, questi risultati hanno importanti implicazioni per le decisioni banali o sgradevoli. Lasciare per esempio, scegliere un altro vino al ristorante. Si può anche sentire meglio se si lascia alcune decisioni ad un professionista. "Spesso credere-che è quello di scegliere -hanno conclude- producono la felicità, ma a volte non lo è."