Beni per proteggere la pelle dal freddo, vince la battaglia!

Freddo è uno degli agenti più esterni che possono attaccare la nostra pelle, prendendo il suo pedaggio in diversi punti fondamentali: produce maggiore fragilità capillare portando più interruzioni nei capillari della pelle vengono generati; Provoca perdita di acqua dello strato superficiale o strato, che rende la pelle da screpolature e desquamazione; ritardare ciclo di rinnovamento cellulare, in modo che le cellule morte si accumulano nello strato superficiale; e, infine, il freddo aumenta la sensibilità della pelle, che colpisce tutti i tipi di pelle e il peggioramento della pelle reattiva, dermatite, rosacea e / o macchie.

Per proteggere il DNA cellulare dalla pelle di questo tipo di aggressione esterna, il protettore principale che dobbiamo includere nella nostra cura della pelle di routine quotidiana è la protezione solare. Anche se v'è la convinzione erronea che il sole non influenza la pelle in inverno, le radiazioni UVA - sono quelli che riguardano il tessuto cognitivo danneggiando il DNA, le cellule, i vasi sanguigni e dei tessuti: è circa 17 volte maggiore di radiazione UVB -Danni pelle immediato quemaduras- e rimane stabile sotto qualsiasi condizioni atmosferiche-pioggia, neve, ecc ..-

Oltre alla protezione solare, sono stati studiati principi attivi che aiutano a riparare e proteggere il DNA della nostra pelle in inverno. Poi vi consiglio il più importante:

  • oli vegetali naturali come l'olio di sesamo, olio di Macadamia, olio di semi di ibisco, olio di Chia ... Essi riparatrice, protettiva e le proprietà rigenerative. Vi consiglio questi oli perché sono molto nutrienti e contengono acidi grassi essenziali. Ad esempio, l'olio di chia è una delle fonti vegetali più ricchi di acidi grassi Omega-3.
  • Le vitamine B3 e B5: Il complesso di vitamine B è estremamente importante per la salute della pelle. La sua carenza può causare, tra le altre cose, secchezza e screpolature. La vitamina B3 aiuto per esempio per aumentare la resistenza della barriera cutanea contro gli agenti distruttivi, come i detergenti e aggressioni ambientali. Ha anche effetti positivi sul arrossamento e secchezza in pazienti affetti da rosacea. Ci sono anche gli studi sul miglioramento dell'attività pelle iperpigmentate.

Inoltre la vitamina B5 è uno strato barriera lipidica cofattore biosintesi. Vale a dire, la sintesi dei lipidi cutanei con il quale migliora anche la barriera della pelle e questo è vantaggioso per le ferite feriti e di guarigione. Entrambe le vitamine sono stabili, penetrano molto bene nella pelle e hanno anche una elevata tolleranza, che sono l'ideale per l'uso per prevenire eritemi, lenire la pelle, migliorare l'elasticità o diminuire l'irritazione.

  • Teprenone: Questo principio attivo è bene per lenire la pelle sensibile. Aiuta a combattere lo stress ambientale, migliora la barriera lipidica della pelle e ridurre prurito e irritazione visibilmente. È una risorsa eccellente per la prevenzione e la riduzione di ipersensibilità cutanea e previene eritema e tratta.
  • Vitamina K2: Aiuta a rinforzare le pareti dei capillari nella zona interessata.

In aggiunta a tali attività, non dobbiamo dimenticare l'uso di altri principi di base che aiutano nella cura quotidiana della pelle come l'acido ialuronico, che aumenta l'assorbimento di acqua per mantenere un livello ottimale di idratazione nei tessuti-i retinoidi attualità che promuovono il rinnovamento cellulare, hyperkeratinization prevenire e migliorare le rughe e multa più profonda e AHA, acido glicolico, acido lattico, mandelico photoaging intermediazione e danni del sole.

Inmaculada Canterla, laurea in Farmacia e specialista in nutrizione e dietetica, Dermocosmesi e Antiaging Medicine, Direttore del Centro cosmeceutico, prima specializzata cosmeceutica e centro di nutraceutica della Spagna.

Tags

pelle freddo proteggere la pelle attiva la protezione solare la protezione la salute della pelle la salute olio naturale vitamine